Site Loader

Visto che sono un’accanita lettrice e scrittrice di liste, ho deciso di inaugurare la categoria lifestyle mug di questo blog proprio con una lista dei desideri. Avendo dato negli ultimi mesi un taglio netto agli acquisti in generale, ho deciso di incanalare la mia brama di shopping su brand piccoli e possibilmente sostenibili, che molto spesso sono anche sinonimo di grandissima qualità. Ecco quindi una lista di cinque piccoli brand, italiani e non, che sto valutando di aggiungere al mio carrello.

Piccolo disclaimer: nessuna collaborazione commerciale ha portato alla stesura di questo pezzo. L’articolo è frutto di una ricerca personale e volontaria, realizzata nel tempo con l’intenzione di rivolgere la mia attenzione verso acquisti più sostenibili. Non ho ricevuto, né intendo ricevere gratuitamente prodotti dai brand di cui sotto.

Musa Mundi, tra gioielli e storytelling

Musa Mundi è un piccolo brand di gioielli creato da Lyd, una ragazza inglese che vive a Barcellona. Lyd ha frequentato corsi sul design di gioielli proprio in Italia e ha scelto di creare un brand completamente sostenibile. I suoi gioielli sono infatti tutti realizzati con oro e argento riciclato e pietre vintage o donate. Le creazioni prendono forma con attrezzi riutilizzabili, possibilmente di seconda mano (come un martellino trovato per strada!). Le tracce di lavorazione vengono poi rimosse solo con acqua, aceto e bicarbonato. Per finire, i pezzi che ordinerete, raggiungeranno casa vostra in un packaging di carta riciclata.

Il design dei gioielli è a metà strada tra minimal e tribale, conferendo un tocco di eleganza etnica perfetto per chi ama la semplicità. Adoro questo brand anche per come Lyd lo gestisce sui social, usando una strategia di storytelling che chiarisce il processo di realizzazione dei gioielli.

Musamundi minimal hoops piccoli brand sostenibili
©musamundi.studio

In realtà Musa Mundi è l’unico dei brand di cui vi parlerò qui dal quale ho già acquistato qualcosa (i bellissimi orecchini in foto). Ho deciso di lasciarlo comunque nella wishlist perché comprerei veramente tutte le sue creazioni.

Terrasmeralda creations: gioielli con fiori veri

Direttamente dall’isola della Maddalena arrivano le delicate creazioni di Federica, che realizza tutti i suoi pezzi unici racchiudendo al loro interno dei piccoli fiori raccolti da lei tra le coste dell’isola. Federica ama definire la sua come un arte “in cammino” e per questo non si ascrive ad alcuno stile particolare né predilige alcun materiale specifico. Ma finora per realizzare i suoi gioielli ha utilizzato, oltre ai fiori veri, argento 925, ottone, ottone placcato oro 24K, resina, pietre preziose e semi-preziose, Swarovski, coralli sardi, brillantini, cristalli e foglia oro.

© terrasmeralda_creations Instagram

Al momento lo shop online di Terrasmeralda creations è in pausa e i suoi gioielli vengono venduti a scaglioni su instragram, dove l’uscita di ogni nuovo pezzo in edizione limitata viene annunciata qualche giorno prima. Anche in questo caso, amo lo storytelling che combina la presentazione dei gioielli con immagini stupende e didascalie fortemente evocative.

Potrebbe capitarvi anche di trovare le creazioni di Terrasmeralda presso il salone di bellezza “Graziella” a La Maddalena, qualora doveste essere di passaggio.

Jan ‘n June: abbigliamento sostenibile in stile minimal

Passiamo all’abbigliamento con i meravigliosi capi di Jan ‘n June, ideati per la prima volta ad Amburgo nel 2013 da Anna e Jula e prodotti a Varsavia, in una piccola fabbrica a gestione famigliare. Questa linea di abbigliamento è realizzata con materiali sostenibili e secondo le linee guida del Global Organic Textile Standard (GOTS), il più importante standard di riferimento per la produzione sostenibile di prodotti tessili realizzati con fibre naturali.

Jan ‘n June si propone come antitesi alla fast fashion: il prezzo dei capi è certamente più sostenuto di quello di marchi più commerciali, ma la loro qualità è decisamente superiore promettendo di durare nel tempo. Oltre a una vasta sezione dedicata all’abbigliamento uomo e donna, Jan ‘n June offre anche una piccola varietà di oggetti per la casa e articoli di cancelleria.

jan 'n june top piccoli brand sostenibili
© jannjune.com

Sono venuta a conoscenza di questo brand online, per poi scoprire che hanno anche vari punti vendita fisici proprio ad Amburgo, dove vivo. Ho quindi deciso che sarà qui che acquisterò il mio prossimo capo quando interromperò la pausa dagli acquisti di abbigliamento (che per me dura ormai da mesi).

Trifolia: la Sicilia sulla pelle

Nella mia wishlist di piccoli brand non poteva mancare qualche prodotto di skin care. Trifolia è un piccolo brand siciliano che ho scovato ancora una volta per caso sul web. Il team di fondatori ha deciso di fornire una soluzione di bellezza completamente naturale che intrappoli la Sicilia “dalle Eolie al monte Etna”, riproducendone i profumi inconfondibili.

Per fare questo, vengono utilizzate formulazioni che rispettano regole molto rigide sia nella scelta delle materie prime, che nella loro lavorazione. Al bando quindi derivati petrolchimici, siliconi e parabeni. Largo invece a conservanti naturali, lavorazioni artigianali e alte concentrazioni di principi attivi naturali al 100%.

© Trifolia_Sicilia Instagram

Sul loro shop online troverete prodotti di vario genere: dalle creme corpo ai latti detergenti, dai prodotti per la cura del viso, alle creme per mani e piedi. Ci sono anche tre happy box contenenti una crema corpo e un’acqua profumata, perfette per un regalo completamente sostenibile.

More or less journal: un’agenda aperta dal design handmade

Scrivere a mano per me ha sempre un certo fascino e se devo fissare qualcosa nella mente, devo annotarla con carta e penna. Per questi motivi ripongo una grande fiducia nelle agende in carta, che non ho intenzione di convertire in amore digitale.

Da anni le agende di un famoso brand (che amo ma che non nominerò visto che qui si parla solo di piccoli brand) accompagnano le mie giornate. Ho trovato però un’alternativa sicuramente più sostenibile che ha scalato la vetta della mia wishlist. Si tratta di More or Less Journal, un’agenda annuale aperta, (da iniziare liberamente in qualsiasi momento, non per forza a gennaio!) ideata e realizzata da Maria Cristina (alias a Criative Life), giovane interior designer e content creator di Roma.

A farmi battere il cuore, insieme alla struttura flessibile di quest’agenda, è il suo design. Al suo interno troverete infatti più di 30 illustrazioni e 24 testi, ideati e realizzati da Maria Cristina. Il tema è la “vita creativa” e viene affrontato appunto con i testi ma anche attraverso esercizi di produttività e mindfulness. L’agenda funziona quindi anche da diario (è colma di spazi da riempire) ed è perfetta per gli amanti del bullet journal.

more or less journal piccoli brand sostenibili
© acriativelife.com

Oltre al More or less journal, nello shop del sito troverete altri prodotti, tra cui un magazine digitale, degli sticker e la possibilità di far realizzare dei ritratti personalizzati.

Annalisa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hi, I’m Annalisa

Content writer and storyteller, I write about travel and lifestyle

Fill the mug with new stories

Follow me on Instagram

Follow